Stress ossidativo, radicali liberi e cibi antiossidanti

Sono anni che termini come radicali liberi e stress ossidativo sono entrati nel lessico comune, mentre fino ad un decennio fa erano confinati esclusivamente dentro le pubblicazioni scientifiche e nei manuali medici; ormai sono utilizzati nel linguaggio comune, ma non sempre c’è chiarezza su questo importante argomento che riguarda l’invecchiamento e la nostra salute.

Possiamo dire che lo stress ossidativo consiste in una produzione eccessiva di radicali liberi, quindi è un acceleratore dell’invecchiamento e potenzialmente è un fattore che danneggia le nostre cellule e di conseguenza il nostro organismo, facilitando l’insorgenza di altre patologie.

La produzione di radicali liberi è un processo fisiologico che riguarda il metabolismo cellulare: in pratica le nostre cellule nel produrre l’energia che serve al nostro corpo, non possono fare a meno di produrre delle scorie.  Queste scorie sono appunto i radicali liberi che restando in circolo nel nostro organismo creano dei danni in quelle strutture più delicate come ad esempio le membrane cellulari.

All’interno di un organismo che funziona in maniera ottimale, la produzione di radicali liberi viene equilibrata dalla presenza nel corpo di una quantità sufficiente di antiossidanti.
Per semplificare il quadro, gli antiossidanti hanno il compito di tamponare il potenziale danno prodotto dai radicali liberi.
Purtroppo però, questo raramente avviene, a causa di diversi fattori: lo stile di vita che viviamo, il tipo di cibo con cui ci nutriamo ed anche in qualche misura i nuovi modi di produrre e raffinare gli alimenti che arrivano sulle nostre tavole.
A causa di questi fattori, spesso la produzione di radicali liberi e di gran lunga superiore alla presenza di antiossidanti e si crea appunto una situazione potenzialmente dannosa che viene detto stress ossidativo.

Il cibo che ingeriamo, l’alimentazione che seguiamo dovrebbe fornire quelle sostanze che sono in grado di fungere da antiossidanti e rimediare al danno provocato dai radicali liberi,  quindi è uno degli strumenti con cui il nostro corpo si arricchisce di antiossidanti.
Sfortunatamente sia il processo di produzione dei cibi, che la loro cottura fanno sì che spesso la nostra alimentazione non sia sufficiente a svolgere questo delicato ruolo di approvvigionamento di antiossidanti.

Per ovviare a questo problema si può intervenire per riequilibrare la situazione ribilanciando alcuni alimenti rispetto ad altri, ad esempio assumendo nella propria alimentazione più verdura, più frutta,  più spezie, più frutta secca con guscio che sono alimenti molto ricchi di antiossidanti possiamo aiutare il nostro organismo ad eliminare i danni provocati dai radicali liberi.

Ma si deve fare attenzione, perchè negli ultimi anni, man mano che l’argomento antiossidanti e radicali liberi emergeva sempre più, si è data un’importanza quasi eccessiva nei confronti della capacità di singoli alimenti di risolvere questa situazione.

Sono state analizzate tutte le tipologie di antiossidanti presenti nella frutta e presenti nella verdura, si è arrivati a sostenere che certe bacche con origini lontane avevano proprietà incredibili e potevano risolvere da sole il problema dello stress ossidativo.

Sfortunatamente per quanto certi alimenti siano validi nel contrastare questo processo ossidativo, non sarà l’ingurgitare quantità esagerate di bacche e mirtilli a risolvere il problema.

Per affrontare nel modo corretto, questo problema che riguarda l’invecchiamento, il metabolismo e l’aumento del rischio di sviluppare malattie si deve adottare una visione complessiva, proprio perchè il corpo umano è un sistema complesso: non è esclusivamente l’alimentazione ad essere la soluzione.

Dobbiamo considerare il nostro stile di vita nel suo complesso perchè ha un riflesso immediato sulla qualità della nostra vita e poi anche sulla velocità di invecchiamento e sul conseguente rischio di sviluppare patologie.

Non ci sono ragioni per approcciarsi in modo semplicistico, concentrandosi su un unico aspetto sperando sia la chiave, quindi pensare di iniziare a mangiare quotidianamente grandi quantità di bacche di Goji ogni giorno e sperare di non invecchiare e vivere a lungo ed in salute è assolutamente inutile.
Però, come essere umani, siamo sempre attratti dalla via più veloce e più semplice, dalla pillola magica, siamo sempre alla ricerca di qualcuno che ci promette che quel metodo quella dieta, quel prodotto, quel frutto o quella bacca sarà la soluzione definitiva. E meno fatica dovremo fare per ottenerla più il nostro cervello è disposto a credergli..

Ma le cose non funzionano in questo modo, dobbiamo ragionare e comportarci in maniera più matura e capire fin da subito che non è questa la strada giusta per risolvere i problemi.

Per risolverli, dobbiamo prendere il controllo del nostro stile di vita, dimenticarci le belle promesse delle formule magiche (spesso vere truffe), ed impegnarci e lavorare su di noi per correggere lo stile complessivo con cui affrontiamo le nostre giornate, alimentazione compresa.

Questo significa che dobbiamo lavorare intensamente su noi stessi e cambiare le nostre abitudini principalmente in quattro aree della nostra vita quotidiana:
1) la Nutrizione dove occorre un approccio complessivo di equilibrio, in maniera intelligente; è corretto introdurre gli alimenti che forniscono una protezione antiossidante in più;
2) la Nutraceutica e quindi quegli estratti e quei principi nutritivi contenuti negli alimenti che hanno effetti benefici sulla salute;
3) l’ Allenamento Fisico è altrettanto importante per mantenere tutto il corpo in salute;
4) la Mente perchè attraverso il lavoro interiore dobbiamo cambiare atteggiamenti ed essere in grado di avere il controllo della propria esistenza quindi ben venga la meditazione per arrivare alla consapevolezza delle proprie abitudini quotidiane che fa sì che ci si senta pienamente in controllo della propria esistenza.

Quindi sì alle bacche di Goji ed ai mirtilli, ma senza esagerare, ed avendo bene in mente che è solo uno dei fattori importanti su cui lavorare per combattere i radicali liberi e migliorare la qualità della nostra vita.

Purtroppo l’elisir di lunga vita non è stato ancora inventato, ma nel frattempo possiamo iniziare partendo da una sana alimentazione inserendo cibi antiossidanti che favoriscono la longevità e aiutano a vivere in salute.

Migliori Cibi Antiossidanti

riso integrale
omega-3
cacao
mirtilli
olio extra vergine d’oliva
semi di lino e girasole
frutta secca
pesce
pomodori
carote
spinaci
limoni
vino rosso

 

radicali liberi prezzo su Amazon

Chiudi il menu