Come far crescere la barba e i baffi

Sappiamo tutti che la barba è delicata e se non curata, in breve tempo, diventa ispida  disordinata e sporca … insomma ha sicuramente un brutto aspetto; occorre quindi curarla con attenzione e soprattutto con regolarità se si vuole farla crescere folta.
Ci sono tanti modi per curare la propria barba: per rifinirla e per scolpirla ma la scelta più importante è capire lo stile della barba che vogliamo.
Anzi, più importante ancora è scegliere il tipo di barba che possiamo portare degnamente, visto che non tutti abbiamo lo stesso tipo di barba, chi più ispida, chi non ce l’ha folta in certe zone, ecc ecc… Quindi è importante scegliere lo stile che ci piace e che ci dona.

 

Ma si deve lasciar libera la barba di crescere liberamente?  Oppure va gestita e controllata durante la crescita iniziale?
Supponiamo che dobbiate partire da zero, avete scelto di farvi crescere la barba e volete cercare di farla crescere nel migliore dei modi e soprattutto curarla e scolpirla nel modo migliore.
Il primo passo è quello più facile, consiste nel lasciar crescere liberamente la barba per qualche settimana per almeno un paio di settimane ovviamente il tempo di crescita dipende da persona a persona; in questa prima fase dobbiamo avere tanta pazienza, perché all’inizio la barba ci darà fastidio, pruderà.
Può essere utile, in questa fase, per ridurre il prurito ma anche per ammorbidire la barba e per renderla profumata, l’applicazione di specifici balsami per barba


Circa dopo un paio di settimane (dipende sempre da persona a persona) la vostra barba sarà cresciuta abbastanza da permettere una prima rasatura per definirne la forma è qui infatti che dobbiamo avere ben chiaro come la volete: la barba classica e rifinita oppure volete un semplice pizzetto oppure volete la barba alla italo balbo oppure la barba integrale.

Dovete quindi avere le idee ben chiare, poi vi armate di un rasoio possibilmente di estrema precisione e letteralmente andate a disegnare la forma della vostra barba; questo passaggio è importantissimo perché, in futuro, solo parzialmente potrete correggerne la forma in maniera semplice e veloce.

D’ora in poi la frequenza delle rasature sarà costante e regolare, non dico quotidianamente, ma almeno ogni 2 3 giorni per mantenere quella forma e per lasciare quindi sviluppare la barba nel modo che vogliamo.
Durante questo periodo, per rendere la barba più morbida e profumata, possiamo continuare ad applicare il balsamo per barba andiamo avanti così per ancora qualche mese, dopo circa un paio di mesi raggiungiamo un altro punto critico: è arrivato infatti il momento di tagliare la barba o meglio di scolpirla.
Cioè scolpirla secondo le proprie esigenze un po’ come uno scultore al suo blocco di pietra, in questo caso la nostra barba che è cresciuta più o meno uniformemente,  l’artista deve andare a scolpirla
Questo è uno dei punti più critici ma anche più belli e più emozionanti perché andiamo veramente a dare la forma alla nostra barba e badate bene, questa è un’operazione niente affatto banale per questo consiglio sempre di affidarvi a un bravo professionista.
Ma se vogliamo fare da soli, lo strumento giusto , il vero lo scalpello del barbuto, in questo caso è il regola barba.
Di regola barba, sul mercato, ce ne sono tanti, tantissimi, di tanti tipi, di tante marche.
Utilizzare correttamente un regola barba non è un’operazione banale, non si può semplicemente impostare un unica lunghezza e poi tagliare così, in maniera indiscriminata, tutta la barba! Il risultato non sarebbe soddisfacente!
Se si vuole infatti un effetto scolpito dovremo tagliare a differenti lunghezze le varie zone della barba e se possibile sfumarli. Per fare questo occorrerà quindi regolare di volta in volta il nostro strumento per ottenere la lunghezza desiderata ad esempio.

Spesso si preferisce alleggerire i lati della barba e lasciare invece più lunga un po più lunga la parte apicale, il pizzo, per dare quello che gli anglosassoni chiamano il cosiddetto effetto ducth   cioè coda d’anatra.

Un altro passaggio critico è quello dei baffi; se li volete corti, il gioco è molto semplice, basta utilizzare il rifinitore di precisione di cui la maggior parte dei regola barba sono dotati e quindi andare a tagliarli lungo la linea del labbro superiore.

Ma se invece ambite a crearvi dei veri baffoni d’altri tempi beh ci vuole tanta pazienza e tanto tempo.
Per i baffi si aprono un po due strade c’è infatti chi preferisce tagliarli sopra il labbro e lasciarli allungare lateralmente però si deve lasciarli crescere nei primi mesi; infatti i baffi saranno bruttissimi e ci daranno un fastidio tremendo.
Mentre mangiamo pochi riescono a superare questa fase difficile, se però resistiamo per diversi mesi il pelo del baffo si allunga ecco che piano piano riusciamo a far riprendere la forma e si trasformano piano piano in quei baffoni così belli e aristocratici.
In questo caso per chi ambisce a crearsi questi baffi d’altri tempi, sono imprescindibili le cere per baffi; attraverso questi prodotti magari con l’aiuto di un piccolo pettine, riuscirete a dare la forma desiderata ai vostri bei baffoni.

rasoio barba prezzo su Amazon

Chiudi il menu