Guida ai DPI: Dispositivi di Protezione Individuale

La normativa vigente in materia di tutela della salute nei luoghi di lavoro, identifica una scala di priorità negli interventi da effettuare per la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori.
Queste prendono avvio dall’identificazione del rischio per poi svilupparsi nella sua mitigazione attraverso l’adozione di “misure tecniche di prevenzione, mezzi di protezione collettiva, misure, metodi o procedure per la riorganizzazione del lavoro”.

In questa sequenza di procedure per la riduzione del rischio, i dispositivi di protezione individuale (DPI) rappresentano l’ultima misura da applicare contro i rischi che non possono essere evitati o maggiormente ridotti con altri mezzi; in ambito lavorativo, l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale è inevitabile per il corretto e adeguato svolgimento dell’attività.
Lo scopo di questa guida è quello di comunicare quali siano i principali DPI disponibili per proteggersi durante l’attività lavorativa e fornire qualche indicazione utile e più precisa sui DPI, per una migliore conoscenza degli stessi.

Cosa sono e quando vengono utilizzati i DPI?
Per dispositivo di protezione individuale (DPI) si intende un’apparecchiatura che ha la funzione di salvaguardare la salute e/o la sicurezza di chi la indossa o la utilizza (D.Lgs. 475/92);
Questo vale a dire, qualsiasi attrezzatura destinata ad essere utilizzata e mantenuta dal lavoratore per proteggerlo da uno o più rischi che possono minacciare la sua sicurezza o la sua salute sul lavoro, nonché qualsiasi supplemento o accessorio destinato a tale scopo (D.Lgs. 81/08)

Quali non sono DPI?
– attrezzature progettate e realizzate per uso privato contro le condizioni atmosferiche (cappello, abbigliamento stagionale, scarpe e stivali, ombrello, ecc.), l’umidità, l’acqua (guanti per il ringiovanimento, ecc.) e il calore (guanti, ecc.);
– abiti da lavoro ordinari e uniformi non specificamente progettate per proteggere la sicurezza e la salute del lavoratore;
– l’equipaggiamento del servizio di soccorso;
– dispositivi di protezione individuale delle forze armate, delle forze di polizia e del personale di servizio per il mantenimento dell’ordine pubblico;
– dispositivi di protezione individuale specifici per i veicoli da trasporto su strada;
– attrezzature sportive;
– materiale di autodifesa o di dissuasione;
– apparecchiature portatili per il rilevamento e la notifica di pericoli e fattori dannosi

I DPI devono essere utilizzati quando i rischi non possono essere evitati o sufficientemente ridotti mediante misure e tecniche di prevenzione, mezzi di protezione collettiva, misure, metodi o procedure di riorganizzazione del lavoro.

mascherine protettive prezzo su Amazon

Chiudi il menu