Come sgonfiare gli occhi gonfi ed irritati

soluzione occhi gonfiGli occhi gonfi possono essere il risultato di numerosi fattori, tra cui allergie, troppe ore davanti al monitor, pianto e affaticamento. Ma in alcuni casi, possono anche essere un segno di una condizione di salute più seria e per questo non vanno mai trascurati.
Se si hanno gli occhi gonfi per un lungo periodo di tempo, o se sono accompagnati da altri sintomi, è importante consultare un oculista.

Nel frattempo, quando si ha a che fare con gli occhi irritati, arrossati e gonfi, ci sono alcuni semplici rimedi naturali che si possono adottare per alleviare i sintomi e migliorare l’aspetto, come ad esempio applicare impacchi freddi, usare tisane ed evitare certe attività sono tutti metodi efficaci per ridurre il gonfiore agli occhi.

Per eliminare gli occhi gonfi in modo naturale, senza utilizzare medicinali, si può iniziare con il seguente questo metodo, facile e veloce da realizzare.
Si deve prendere un pentolino, riempirlo di acqua, metterlo sul fuoco e portarlo ad ebollizione. Quindi prendere una bustina di camomilla, metterla in infusione nell’acqua calda e lasciarla per almeno dieci minuti. Quindi togliere il filtro dal pentolino e lasciare raffreddare finchè l’acqua non sarà diventata tiepida.
A questo punto basta prendere due dischetti di cotone, immergili nel pentolino e strizzali appena per evitare di gocciolare. Trovare una posizione tranquilla, magari sdraiati sul divano o nel letto, si chiudono gli occhi e si appoggiano sulle palpebre i dischetti imbevuti.

Si deve rimanere in questa posizione per circa una ventina di minuti cercando di rilassarsi il più possibile. Se necessario, nel corso del trattamento si può inumidire nuovamente i dischetti di cotone nella camomilla. Passati i venti minuti togliere l’impacco e noterete subito gli occhi più leggeri e meno gonfi.  Questo è un ottimo metodo per alleviare le borse sotto gli occhi, occhi stanchi, irritati, arrossati, o dopo aver pianto.

Un’altra soluzione naturale per dare sollievo agli occhi irritati o stanchi, è quella di prendere un asciugamano pulito, metterlo sotto l’acqua fredda, strizzalo bene ed appoggiarlo sulle palpebre per cinque minuti. Gli occhi si sgonfieranno molto rapidamente. Le palpebre a causa del freddo potrebbero assumere temporaneamente un leggero colorito blu o rosso dopo aver provato questo metodo.

Un’alternativa a questo metodo, invece di usare un asciugamano, prevede di usare fette di cetriolo fredde, che aiutano a ridurre gli occhi gonfi ed allo stesso tempo donano agli occhi un aspetto più giovane.
Basta prendere alcune fette (due o tre) e metterle in frigorifero per mezz’ora per raffreddarle per bene. Poggiarle sulle palpebre prima di andare a letto e lasciale in posizione quanto più a lungo possibile (più si lasciano, più efficace sarà). Assicuratevi che il succo dei cetrioli non entri in contatto con gli occhi perché questo potrebbe causare irritazioni.

Per coloro che lavorano davanti al computer, è necessario seguire alcune regole di base: evitare lunghe sessioni di lavoro davanti al monitor e ricordatevi che ogni 2 ore trascorse davanti allo schermo necessitano di una pausa, magari alzandovi dalla scrivania e prendendo un po’ di aria fresca.
Inoltre sono da evitare le esposizioni a fonti di luce senza occhiali da sole (soprattutto la luce del sole), non dormire con il computer portatile direttamente sullo stomaco, cambiare posizione durante il lavoro (per evitare di creare contrazioni muscolari) e bere molti liquidi (l’acqua va benissimo). Questo aiuta a ridurre gli occhi gonfi causati dalla lunga esposizione allo schermo del monitor.

Se sperimentate irritazione, affaticamento o stanchezza degli occhi, non ignorate mai questi sintomi perché potrebbero indicare un problema agli occhi, quindi non aspettare troppo tempo prima di prenotare una visita con l’oculista.

Redazione Naturalmente

La nostra redazione è composta da professionisti ed appassionati del vivere sano, dello stare in forma, dell' esercizio fisico e del benessere dello spirito. Scopri tutto il Team della Redazione.
Chiudi il menu