I tre tipi omeopatici

Secondo Kopacszewski, avere un’idea generale dei tre tipi omeopatici consiste in riferire la personalità con le tre sale di calcio che sono:

Carbonato: corrispondente al tipo carbonico

Fosfato: corrispondente al tipo fosforico

Fluoruro: corrispondente al tipo fluorico

I tre rimedi possono usarsi maniera differente, in diluizioni basilari o in triturazioni, come recalcificantes. Possono usarsi anche come medicina per fare rimettere i sintomi dovuti ad affezioni diverse. In questi casi sono dinamizzati e prescritti in diluizioni con potenze che vanno dalla 30ª alla 200ª

1. – tipo carbonico
È tracagnotto, con un scheletro solido e di buon trattamento benché il carattere possa variare con le circostanze. I suoi denti sono forti senza soffrire appena carie.
Il suo passo è spesso molto lento e così così.
Robusto e resistente, tranquillo ma infaticabile.
Ammanti dell’ordine e paziente.
Normalmente non è una persona molto creativa ma è un lavoratore instancabile.
È poco volubile, rispetta il potere, l’ordine ed i beni materiali.
Orgoglioso di quello che possiede e di quello che è arrivato ad essere.
È la mano destra ideale, l’esecutore perfetto che compie a scheggia tavola il suo dovere.
Se per esempio ha scelto la corsa amministrativa, può raggiungere posti elevati dovuto alla sua ostinazione e perseveranza.
Ammanti del buon bere ed il buon “mangiare.”
Incapace di uscire di casa senza avere preso un boccone.
Può verta minacciato in caso di non godere di salute, di malattie cardiovascolari.

2. – tipo fosforico
Magro e snello.
Può avere un aspetto distinto di un’eleganza sobria.
Durante la sua infanzia e la sua adolescenza può sperimentare un sviluppo fisico rapido, egli quale può portargli ad incurvarsi leggermente.
A questa categoria normalmente appartengono i creativi, immaginativi e gli inventori.
È persona intuitiva, nervosa, volubile, spontanea e distratta.
Salta facilmente di un tema ad un altro nelle conversazioni o della risata al pianto.
Insoddisfatto, si stanca con molta facilità.
È prolifico ed immaginativo fino al delirio: un ideale conduce ad un’altra in un’effervescente catena creativa.
Può essere una persona brillante… o tutto il contrario: la sua insoddisfazione può portarlo spesso ad eccessi come l’alcolismo o tossicomanie che possono finire per minare la sua salute e distruggere la sua vita.
Ha preferenza per gli alimenti salati.
Le sue invenzioni, ritrovamenti ed idee sono sfruttate per quelli del tipo carbonico prima esposto.

3. – tipo fluorico
Di statura inferiore alla calza.
Metti i denti male posizionati.
Non affronta direttamente la realtà, schivandola piuttosto, con rodei.
La cosa proibita l’eccita.
Può essere diplomatico, commercialista, uomo d’affari, ma anche truffatore, falsificatore e truffatore.
Può essere superficiale, molto immaginativo e delirante.
Il suo spirito, fa che metta in tessuto di giudizio l’ordine stabilito.
A tratti generali è una persona che sfugge qualunque obbligo o compromesso, benché in occasioni lo faccia senza saperlo o senza brutta intenzione, e di un giorno ad un altro risolva tutti i suoi temi pendenti.
Sa integrarsi, nonostante, nel suo ambiente sociale e farsi valere, perché spesso è brillante ed accessibile.

Chiudi il menu