Rimedi naturali per combattere la ritenzione idrica

La ritenzione di liquidi è di solito un sintomo di altri disturbi, quindi la cosa più importante è avere una diagnosi medica, e poi eventualmente utilizzare misure per combatterlo naturalmente a casa.

La ritenzione di idrica è una fastidiosa compagna per un gran numero di persone, e anche se di solito passa inosservata, quando le sostanze accumulate nel corpo sono troppe, provoca importanti disagi.

Inoltre influenzano fattori quali: gravidanza, carenze renali, problemi al fegato, menopausa, cattive condizioni dello stomaco, obesità o stile di vita sedentario.

Come riconoscere la ritenzione idrica?

Per sapere se presentiamo un accumulo di sostanze nell’organismo, dovremmo esaminare i seguenti indicatori: Stanchezza o stanchezza accumulata, pesantezza (specialmente nelle gambe), gonfiore agli arti inferiori, gonfiore dell’addome, dolore addominale, infiammazione in altre zone del corpo (è più insolito, ma può verificarsi).

Quali sono i rimedi naturali per risolvere la ritenzione idrica?

Bere più acqua
L’idratazione è importante per il corpo, anche quando soffre di ritenzione di liquidi.
Sebbene possa sembrare contraddittorio, in quel momento è necessario ingerire quantità più elevate di acqua. Altrimenti, altre sostanze saranno conservate lì per un tempo più lungo

Infusione di tè verde
Gli alimenti o gli ingredienti diuretici sono un’alternativa ideale per coloro che soffrono di ritenzione idrica e, tra questi, il tè verde è uno dei migliori.
Questo non è solo diuretico, ma ha anche proprietà depurative. Per questo motivo, il suo consumo facilita l’eliminazione delle tossine attraverso l’urina.

Mangiare ananas
Consiste principalmente di acqua, che lo rende un alimento diuretico favorevole per combattere la ritenzione di liquidi.
D’altra parte, mangiare l’ananas regolarmente favorisce la circolazione del sangue e attacca la cellulite.

Utilizzare prodotti appositi come quelli che riportiamo al termine di questo articolo.

Queste indicazioni non sostituiscono un consulto medico, quindi vi invitiamo sempre a sentire il vostro medico di fiducia per capire quali sono le soluzioni più corrette per la vostra situazione.

Chiudi il menu