I tonsilloliti: palline bianche / giallastre in gola

Anche se l’alito cattivo è un argomento di cui pochi parlano, la verità è che si tratta di un problema molto comune.

Una delle cause principali sono i tonsilloliti, palline bianche o giallastre che si formano nelle cripte tonsillari. Questi si formano quando mangiamo cibo e ne rimane traccia in gola. Con il passare del tempo, fermentano, causando il cattivo odore.  In pratica sono piccoli aggregati o palline gialle e bianche che si formano lentamente nelle tonsille e sono le cause dell’alito cattivo che molti emettono.

Molte persone spesso confondono la causa del loro problema con la mancanza di pulizia della bocca. Tuttavia, ciò di cui non si rendono conto è che questo problema viene provocato per altri motivi.

Non a caso è sempre stato detto che l’alitosi è dovuta a scarsa igiene orale, tuttavia, ci sono persone che pur avendo una buona spazzolatura e una valida routine di pulizia, non possono eliminare il cattivo odore della bocca.

In questi casi, spesso il problema è dovuto a queste pietre delle tonsille che possono essere un fattore decisivo che causa l’alitosi in una persona; sono come calcoli o depositi di calcio di piccole dimensioni con colore biancastro che si trova nei crateri delle tonsille.

La causa della loro formazione è dovuta all’accumulo di resti di cibo trovati in queste fosse, quindi i batteri orali iniziano a nutrirsi di quel cibo e generano questi accumuli che sono la fonte del cattivo odore.

Oltre all’evidente alito cattivo, si dovrebbe prestare particolare attenzione quando la gola è secca, irritata o tossire, questi possono essere sintomi dell’esistenza di questi accumuli maleodoranti.

E’ consigliabile un consulto medico per capire come agire,  in quanto è coinvolta la bocca e la gola.
Nei casi più semplici è necessario effettuare delle pulizie quotidiane delle aree interessate per eliminare questi tonsilloliti, ci sono molti modi semplici per eseguirle.

La procedura per rimuoverli, nei casi più semplici, è quella di allungare la lingua verso l’esterno il più possibile, individuare il buco nei crateri e con l’aiuto di un tampone estrarre, con delicatezza, ciascuno dei calcoli che si vedono.
Si devono effettuare frequenti gargarismi per andare a pulire anche i crateri più profondi e per evitare che rimangano tracce.  Se non si eseguono queste pulizie frequentemente, i batteri ed i tonsilloliti si accumulano peggiorando il problema.

Visto che questo problema riguarda un gran numero di persone, sono stati creati e sono in commercio dei kit per rimuovere i tonsilloliti.

Tonsil stone prezzo su Amazon

Chiudi il menu